Home Vivere e lavorare all'estero Come chiedere la residenza in Germania – Anmeldung

Come chiedere la residenza in Germania – Anmeldung

17

Sei arrivato fin qui, molto probabilmente, vuoi trovare lavoro in Germania. Devi sapere che una delle prime pratiche burocratiche che dovrai affrontare è registrare la residenza in Germania, ovvero fare l’Anmeldung.

In questa guida pratica apprenderai quando, dove e cosa serve per fare la residenza in Germania.


Come registrare la residenza in Germania: Anmeldung

Perché registrare la residenza in Germania

I cittadini Europei possono andare a vivere in Germania alla ricerca di un lavoro senza la necessità di dover richiedere un permesso di soggiorno. Però, passati i primi tre mesi e ancora di più per poter essere assunti e iniziare a lavorare è necessario fare l’Anmeldung. Difatti senza la residenza e il codice fiscale non si può lavorare in quanto è un requisito di legge.

Quindi per prima cosa devi registrare la propria residenza in Germania e richiedere i seguenti documenti:

  • Certificato di residenza tedesca (Anmeldebestätigung).
  • Codice fiscale tedesco (Steuerliche Identifikationsnummer).
  • Previdenza e copertura sanitaria: da richiedere all’istituto di previdenza sociale tedesco con i suddetti documenti.

Con l’Anmeldebestätigung potrai sbrigare qualsiasi pratica burocratica, come ad esempio, firmare un contratto di lavoro, richiedere la tessera sanitaria tedesca e il numero di previdenza sociale, aprire un conto in banca o un’attività commerciale, acquistare un auto e altro. I vantaggi che avrai con la residenza sono davvero tanti.

Cosa serve

Per chiedere la residenza in Germania occorre prima di tutto trovare un alloggio che ti consenta di fare l’Anmeldung. Al contrario di quanto pensano molti, fare la residenza in Germania senza lavoro è possibile. In quanto sarà sufficiente affittare una casa in Germania.

Inoltre puoi anche effettuare l’anmeldung senza contratto di affitto ma come ospite presso conoscenti o strutture abilitate. In questo caso, per avere la residenza, dovrai presentare una dichiarazione scritta della persona che ti ospita.

Tuttavia se non puoi affittare una casa e non hai conoscenti che possano ospitarti, esistono delle alternative che descriviamo nella pagina trasferirti in Germania.

Come fare

Come chiedere la residenza in Germania? Vediamo insieme come adempiere a questi obblighi burocratici.

Solo dopo aver trovato un alloggio e aver firmato un contratto di locazione hai due settimane di tempo per comunicare il proprio indirizzo, oltre il quale vai in contro a una contravvenzione.

Per ottenere la residenza in Germania sarà sufficiente recarti di persona presso il Bürgeramt più prossimo alla propria abitazione. Il Burger Service equivale all’Ufficio Anagrafe italiano. Ogni volta che cambierai indirizzo dovrai comunicare al Bürgeramt il cambio di domicilio.

Dopo aver compilato e firmato un modulo ti consegneranno subito il certificato di residenza (Anmeldebestätigung) e il codice fiscale provvisorio (VBM), mentre, quello definitivo, ti verrà consegnato via posta nel giro di 2-3 settimane. Il disbrigo di queste pratiche è completamente gratuito.

Per cercare l’ufficio più vicino cerca su Google “Bürgeramt + la tua città e il quartiere” es.: Bürgeramt Frankfurt Dornbusch.

Documenti necessari

I documenti necessari per richiedere la residenza al Bürgeramt (sportello per il cittadino) sono:

  • Passaporto o carta d’identità italiana valida per l’espatrio: proprio e di eventuali conviventi, figli e coniuge a seguito.
  • Vermieterbescheinigung: dal 1 ° novembre 2015, c’è una legge che prevede un certificato firmato dal titolare dell’immobile. Il proprietario è obbligato a rilasciare questo certificato se richiesto dall’affittuario. Scarica il modulo.
  • Contratto di affitto o dichiarazione dell’ospitante.
  • Certificati di nascita dei figli minori con paternità e maternità e stato di famiglia, ovviamente solo nel caso in cui si è sposati e si hanno bambini.

Gli uffici possono a loro discrezione richiedere ulteriori documenti.

Doppia residenza in italia e in Germania. Iscrizione AIRE

Prendere la residenza in Germania non vuol dire perdere automaticamente la residenza in Italia, ma solamente eleggere una sorta di domicilio. Per rinunciare alla residenza italiana devi iscriverti all’AIRE recandoti personalmente in uno dei Consolati Italiani in Germania o inviando per posta i seguenti documenti:

  • Modulo di dichiarazione personale, da scaricare dal sito del Consolato, (per singola persona o per tutta la famiglia).
  • Certificato di registrazione anagrafica in Germania (Anmeldebestätigung).
  • Carta d’identità italiana.

Per maggiori informazioni puoi consultare il sito del Consolato.

Mentre se in Italia hai un autovettura puoi portarla in Germania e puoi guidare utilizzando la patente di guida italiana.

Copertura sanitaria

La registrazione della propria residenza comporta l’obbligo di richiedere entro sei mesi la copertura sanitaria tramite la cassa malattia pubblica tedesca (Krankenkassen) oppure presso un’assicurazione privata (Krankenkversicherung).

In questi sei mesi puoi continuare a usare la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), che si trova nel retro della tua Tessera Sanitaria italiana e ti garantisce l’accesso a tutte le cure mediche necessarie. Invece se dovessi sostenere il pagamento di una visita specialistica avrai il diritto al rimborso delle spese sostenute da parte del Sistema Sanitario Nazionale Italiano.

Il valore dell’assicurazione sanitaria in Germania è di circa il 15% dello stipendio lordo e viene diviso al 50% con il datore di lavoro. Se invece sei un libero professionista o un piccolo imprenditore dovrai versare l’intero importo.

Approfondimenti

Infine, devi sapere che, con la residenza in Germania scatta anche l’obbligo di pagare il canone TV detto Rundfunkbeitrag (tassa sulla radiotelevisione nazionale).

Ricorda che quando e se deciderai di tornare in Italia o trasferirti in un’altra nazione dovrai cancellare la tua iscrizione all’anagrafe, cioè fare l’Abmeldung. Caso contrario continueranno ad addebitarti il canone TV e altre utenze.

Articoli correlati:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here